Cuore coraggioso

Dal ventunesimo libro di Alex “La leggenda dei laghi” capitolo: “Cuore coraggioso”

Piovevano fragole quel giorno.
Un giorno di festa che capitava una volta l’anno.
Alla fine del temporale Davide e Chiara scesero giù al lago con la tartaruga volante e si sedettero accanto all’albero sorridente.
“Conosci Boris Vian?” Lui le chiese.
“No, mai sentito, chi è?” Lei domandò.
“Uno scrittore” rispose lui ed iniziarono a leggere il libro “La schiuma dei giorni” ad alta voce e le sirene, che fiutarono l’inizio di una storia colma di emozioni, saltarono fuori dall’acqua per ascoltarla.

Anche l’anima inquieta nascosta dietro l’albero sorridente era desiderosa di prestare ascolto, nonostante la sua energia vitale si fosse rabbuiata a causa di profonde delusioni.

“Ho capito perché sorridi sai” disse sottovoce l’anima misteriosa all’albero il quale lo ospitava tra i suoi rami mantenendo il segreto della sua presenza. La pianta saggia rispose: “Nessuno spirito è definitivamente vinto e privo di desiderio di vita e di fantasia finché ha un cuore coraggioso che batte”.

L’atmosfera lì al lago era magica finché ad un tratto….