La missione di Dhalsim

Il Cervo
La Missione Di Dhalsim

Dal libro di Alex: “Il Cervo”.
Capitolo: “La missione di Dhalsim”

Dhalsim, lo studioso indiano della psiche.
Osservandolo non si direbbe in grado di capire la mente, spesso infatti, lo si vede fare cose assurde.
Una volta è stato un mese intero con un cocomero in braccio in qualsiasi posto e a qualsiasi ora, in strada, sotto la doccia, per le scale, sempre con il cocomero in mano.
Oppure una volta, all’insaputa degli inquilini del suo palazzo, per un mese cosparse bruscolini sulle scale di notte.
Alla riunione straordinaria di condominio, convocata per scoprire il teppista delle scale, si presentò disinvolto con una coppa di bruscolini.
Tutti lo guardavano con aria sospetta e lui, a qualsiasi domanda, negava tutto, anzi, era più adirato degli altri e ne diceva di tutti i colori.
“Non è possibile! Questa è un’inciviltà“ gridava buttando per terra bruscolini serio “Non se ne può più!“ e anche “Se lo becco glieli faccio mangiare tutti!“ e detto questo fece cascare l’intera coppa di bruscolini per terra.
Alla fine del suo turpiloquio si proclamò cacciatore ufficiale del teppista e giurò di sorvegliare le scale sotto gli occhi increduli dei presenti.
Dopo un mese di inattività imbrattò le scale con salsicce.

Si direbbe che è matto.
Quando qualcuno ha dei comportamenti non comprensibili si finisce per considerarlo fuori di testa e giudicarlo male facilmente ma chissà, forse per capire la mente degli altri bisogna essere un po’ matti.

Dhalsim aveva il compito di convincere il principe della Valle della Scamorza, caduto in uno stato di malinconia, ad addestrare Crono a combattere con la Spada del Tempo con cui si poteva sconfiggere il temuto mago malvagio.
L’indiano percorse lunghe strade per arrivare alla valle, alcune saltellando all’indietro con una gamba sola altre camminando di sbiego giungendo alla meta ricoperto di bagnoschiuma e come ci arrivò conciato così è un’altra storia.

Prima di presentarsi al cospetto del principe Dhalsim scrisse qualche appunto:

121) Lancia un salame sulla finestra del tuo vicino, poi va da lui a richiedere arrabbiato il salame. Così una volta a settimana x un mese. Poi cambia marca.

122) Un giorno va dal vicino entrando a casa sua con una scusa. Quando meno se l’aspetta accendi un fischiabotto e poi cerca di prenderlo. Poi scappa per le scale calcolando i suoi tempi d’inseguimento, spargendo olio e santini sui gradini. Poi accendi una cipolla proprio vicino al portone in vetro del tuo palazzo facendolo crollare. A quel punto, neghi tutto.

123) Mettiti gli occhialetti da piscina continuamente per 2 anni, sempre, e fa le stesse cose che fai attualmente. Se qualcuno ti chiede spiegazioni rispondi serio: “I giusti son giusti”.

122) Per tutta l’estate ti vesti invernale, anche al mare, e per tutto l’inverno ti vesti estivo negando che hai freddo o caldo.

123) Porta 4 volte a settimana un cocomero di minimo 5 kg in braccio ovunque vai. Per 30 lunghi anni.

124) Va dal vicino e prova ad entrare con una scusa qualunque. Le tue scarpe sono zeppe di fango. Se ti fa storie entra con la forza.

125) Non ti fare più la barba. A vita.

126) Trasformati gradualmente in un animale a tua scelta. Il processo di metamorfosi psicofisiologica deve durare un mese al termine del quale imiti in tutto e per tutto l’animale scelto per una settimana.

127) Ogni volta che ti siedi ad un tavolo per mangiare fa cascare sbadatamente una bottiglia colma.

128) Per un mese rivolgiti a chiunque come se si chiamasse Jeff.

129) Lascia la cerniera dei pantaloni aperta. Se qualcuno chiede, rispondi “L’aglio è puro”. Per un mese. Poi cambia pantaloni.

130) Ovunque ti trovi cammina lateralmente. Un mese.

131) Quando sei al lavoro recita per tutto il giorno la seguente frase: “Maccomm’è? Commemmai? Non lo so! Tu lo sai?”. Ogni ora cambia combinazione, tipo “Commemmai? Tu lo sai? etc etc… Se qualcuno si lamenta minaccialo con un coltello.

132) Va in giro per la tua città e ad ogni bagno pubblico lascia una striscia di pomodoro accanto alle porte.

133) Cospargi di ananas tutto il condominio. Una volta ogni mese. Dopo un anno cambia frutto.

134) Allo scoccar di ogni ora urla cose senza senso. Per sei mesi. Anche la notte. Oppure ogni mattina raditi con la lametta solo metà viso.