Le Dolomiti 2018: Terzo capitolo, Passo Pordoi

La Terrazza delle Dolomiti

Raggiungibilità

Il Passo Pordoi è facilmente raggiungibile dal centro di Canazei con una navetta apposita.

Esplorazione – 28 Agosto 2018

Colazione

La colazione è importante e tutte le mattine mi sono fatto tre panini con burro e cioccolata, adoro le rosette tirolesi!

Super Colazione
Super Colazione

La funivia

Il Passo Pordoi non lo vedevo dagli anni ’80, non ricordavo com’era, l’unica cosa che non avevo dimenticato è che la funivia era spaventosa perché sembrava di andare addosso alla montagna!

L’autista del bus mentre scendevamo ci ha raccomandato di non tornare per l’ultima navetta perché spesso è troppo piena.

Eccola la funivia! Fra poco si sale lassù!

La Terrazza

Arrivati in cima lo spettacolo è subito emozionante!

Rifugio Forcella Pordoi

Sono euforico per la bellezza del posto e dopo il primo impatto mi chiedo: “ma adesso dove vado?”

Il terreno inizialmente non sembra tanto pericoloso, seguo il sentiero e le persone che sono davanti a me, i cartelli dicono che c’è un rifugio più avanti a circa un’ora di cammino.

Percorro il sentiero e trovo degli scorci interessanti da immortalare e poi arrivo al Rifugio Forcella Pordoi

Una bella ripresa dal rifugio, in lontananza sulla punta più alta del Passo Pordoi si vede il rifugio Boè, ce la farò a raggiungerlo?

Il sentiero

Dopo essermi accertato che si può proseguire tranquillamente oltre il primo rifugio, o quasi, vado avanti seguendo il sentiero per arrivare ancora più su, per osservare il mondo circostante dall’alto.

Il sentiero però non è così semplice, è pieno di ghiaccio e di neve ed è molto stretto e pericoloso.

Nei punti più difficili sto molto attento a non scivolare camminando un po’ rannicchiato e poso i piedi solo e soltanto dove qualcun altro li ha già messi.

Sentiero troppo difficile

Non sempre si può andare dove si vuole, il rifugio Boè, quello indicato nel video precedente è davvero difficile da raggiungere, non sono attrezzato abbastanza e ci vuole più tempo del previsto quindi sono costretto a rinunciare.

Preso atto della situazione mi guardo intorno e mi faccio fare qualche foto da un signore stanco e sudatissimo e, ovviamente, non può mancare una foto con la Regina alle mie spalle 🙂

La ripresa dal punto più alto in cui sono arrivato!

Il pranzo

Mi riposo una mezz’ora per riprendo il fiato e ripercorro il sentiero al contrario con la stessa attenzione dell’andata, con la montagna non si scherza, la prudenza è importante!

Dopo mangiato al rifugio Forcella Pordoi colgo l’occasione per fare altre foto e riprese con il sole più alto e meno foschia.

C’è gente che fa parapendio! Che coraggio che hanno!

Panorama mozzafiato

Tornando verso il rifugio Maria al Sass Pordoi esploro i punti che non avevo ancora notato la mattina e… che dire, non c’è spazio per le parole. Non volevo andare più via!

La seguente è una delle riprese più belle del mio viaggio sulle Dolomiti!

La galleria di foto:

Un’altra ripresa

Considerazioni a fine giornata

Il Passo Pordoi è una tappa irrinunciabile, ho finalmente capito perché si chiama la Terrazza delle Dolomiti!

Passare il tempo lassù è semplicemente magico!

La cascata

Tornato in albergo  mi godo la cascata di Canazei e un bel tramonto.

Canazei tramonto
Canazei tramonto

Indice dei capitoli del viaggio sulle dolomiti

  1. Le Dolomiti 2018 Primo capitolo: Col Rodella
  2. Le Dolomiti 2018: Secondo capitolo, La Regina delle Dolomiti
  3. Le Dolomiti 2018: Terzo Capitolo, Passo Pordoi
  4. Le Dolomiti 2018: Quarto capitolo, Il Latemar
  5. Le Dolomiti 2018: Quinto capitolo, Paneveggio
  6. Le Dolomiti 2018: Sesto capitolo, Il Lago di Carezza
  7. Le Dolomiti 2018, Settimo capitolo, Ciampac
  8. Le Dolomiti 2018, Ottavo capitolo, Il Catinaccio